Medicina Veterinaria

Procedure del CdS Regolamenti/Linee Guida del CdS

 

Didattica e Covid-19

 

PRESENTAZIONE DEL CORSO

Il Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria (Classe LM-42; D.M. 270/2004) è un corso ad accesso programmato a ciclo unico, con obbligo di frequenza: per tutti i tipi di attività (teoriche e pratiche) per tutta la durata del corso. Si considera strettamente necessaria la partecipazione ad almeno il 70% di tali attività. L’attestazione della frequenza è compito e prerogativa del docente di ogni modulo didattico che ne determina le forme di accertamento; lo studente è ammesso a sostenere l’esame di profitto del Corso Integrato a fronte della concessione delle attestazioni di frequenza di ogni singolo modulo.

Per essere ammessi al Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria occorre essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore di durata quinquennale o di altro titolo di studio conseguito all’estero, riconosciuto idoneo ai sensi delle leggi vigenti.

Le attività formative del Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria si svolgono presso le strutture del Dipartimento di Scienze Veterinarie  nella sede di Viale delle Piagge, 2, presso l’Ospedale Didattico Veterinario “M. Modenato” in via Livornese, San Piero a Grado (PI) e presso strutture esterne convenzionate.

Se sei interessato al Corso di Studi in Medicina Veterinaria di Pisa visita la pagina Orientamento in ingresso e leggi le FAQ.

I Docenti del Corso di Laurea sono Professori Ordinari, Professori Associati e Ricercatori appartenenti per la maggior parte al Dipartimento di Scienze Veterinarie.

L’obiettivo principale del Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria è formare professionisti in grado di:

  • accertare e tutelare lo stato di salute e il benessere degli animali da compagnia e da reddito;
  • prevenire e curare le malattie infettive e parassitarie degli animali;
  • risolvere evenienze di tipo clinico, di natura medica, chirurgica ed ostetrica negli animali.
  • gestire gli schemi di selezione genetica e gli aspetti riguardanti la tecnologia di allevamento, l’alimentazione e la riproduzione.
  • ispezionare e controllare la sanità degli animali, con particolare riferimento alle zoonosi, vigilare sulla produzione e commercializzazione delle derrate alimentari di origine animale.

Il percorso formativo si articola in 5 anni di Corso e comprende tre fasi: la prima caratterizzata dall’acquisizione delle conoscenze di  base (biochimica, fisica, botanica, zoologia, anatomia e fisiologia), seguita da una seconda fase di materie caratterizzanti (discipline della genetica, zootecnia e nutrizione animale, discipline delle malattie infettive ed infestive, discipline anatomo-patologiche ed ispettive-veterinarie, discipline cliniche, chirurgiche e ginecologiche veterinarie) e da un’ultima fase di tirocinio, finalizzata all’acquisizione di un’adeguata preparazione pratica nelle materie professionali, legata alla preparazione dell’esame di abilitazione alla professione di Veterinario.

 

ISCRIVERSI

Per facilitare la scelta del Corso di Laurea vengono organizzate attività di orientamento da parte del Dipartimento e da parte dell’Ateneo.

Il Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria è a numero programmato a livello nazionale:  per l’ammissione gli studenti devono superare un concorso predisposto dal MUR, di contenuto identico sul territorio nazionale.

Il numero di posti destinati agli studenti, le procedure per l’ammissione al Corso di Laurea, ulteriori informazioni relative alle scadenze e alle modalità di iscrizione al concorso di ammissione sono riportati ogni anno alla pagina di Ateneo Matricolandosi.

Per gli studenti ammessi al Corso saranno verificate le conoscenze richieste in ingresso e potranno essere assegnati loro obblighi formativi aggiuntivi (OFA) che dovranno essere assolti entro il primo anno accademico.

Gli aspetti organizzativi del Corso di Laurea e dell’offerta formativa sono descritti nel Regolamento didattico e nel Piano di studi. (Storico dei Regolamenti Didattici per le coorti di immatricolati)

Per il trasferimento da altri Atenei o per le  equipollenze di titoli accademici conseguiti all’estero, l’Ateneo stabilisce per ogni a.a. i posti disponibili e le modalità di ammissione.

 

ORGANIZZARE GLI STUDI

Didattica e Covid-19

LEGGI LE FAQ PER GLI STUDENTI DEL PRIMO ANNO

Gli studenti iscritti al Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria possono usufruire del Servizio di Tutorato e del Servizio di Tutorato alla Pari che hanno il fine di orientare e assistere gli studenti durante il loro percorso di studi.

Le attività formative del Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria sono riportate nel Piano di studi.

La didattica pratica associata ai moduli d’insegnamento e molte attività di tirocinio pratico possono essere svolte nei laboratori del DSV , presso l’Ospedale Didattico Veterinario e il Centro di Ricerca Agro-Ambientale “Enrico Avanzi”.

È inoltre prevista la possibilità di acquisire CFU mediante attività teoriche o pratiche svolte all’estero (studiare all’estero).

ll Regolamento Didattico del Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria prevede l’applicazione e il rispetto di specifiche propedeuticità d’esame (Elenco-propedeuticità MV dalla coorte 2017-18Elenco-propedeuticità MV coorte 2016-17).

Le attività formative comprendono inoltre il Tirocinio Pratico che è regolamentato da specifica procedura.

Gli studenti possono svolgere attività di Tirocinio all’estero presso strutture o aziende anche non convenzionate, con le quali sarà stipulata convenzione tramite accordo bilaterale; oltre a quanto richiesto dall’Ufficio Internazionalizzazione https://www.unipi.it/index.php/internazionalestudenti/itemlist/category/81, lo studente dovrà rispettare la Procedura di Tirocinio e utilizzare l’apposita modulistica di tirocinio all’estero.

Nel percorso formativo lo studente deve acquisire:


In evidenza:

  • corso sulla sicurezza in ambiente di lavoro: lo studente, dal secondo anno, deve effettuare una formazione specifica sulla sicurezza in ambiente di lavoro essenziale per lo svolgimento di tutte le attività di laboratorio e di didattica pratica (link);
  • sorveglianza sanitaria: lo studente è soggetto alla sorveglianza sanitaria ed è regolamentata da apposita procedura
  • decadenza: a partire dall’a.a. 2012-2013 viene applicato l’istituto della decadenza agli studenti che non hanno acquisito almeno 18 CFU entro il secondo di corso (link);
  • obblighi formativi aggiuntivi:  gli studenti che avranno obblighi formativi aggiuntivi dovranno assolverli entro il primo anno accademico (link);
  • log-book: all’inizio del secondo anno a ogni studente viene consegnato il log-book, un libretto personale di formazione, in cui devono essere segnalate tutte le attività pratiche svolte durante il percorso formativo al fine di verificare il raggiungimento degli obiettivi didattici. In particolare, tale libretto rappresenta uno strumento di verifica e attestazione della preparazione dello studente, acquisita nel corso della didattica pratica associata ai singoli moduli di insegnamento e durante le attività di tirocinio. La gestione del log-book è regolamentata da apposita procedura (allegato Fac-simile log-book);
  • sbarramento al quarto anno: per frequentare i corsi del quarto anno (e dell’anno successivo) e sostenere i relativi esami lo studente, entro il 30 settembre (o comunque entro il termine dell’appello di settembre), dovrà aver superato tutti gli esami dei primi due anni e almeno un esame del terzo anno: in mancanza di tale presupposto, lo studente subirà uno sbarramento e non potrà seguire i corsi del quarto anno e sostenere i relativi esami.
  • studente lavoratore/genitore: secondo il Regolamento Didattico di Ateneo può essere riconosciuto lo stato di studente lavoratore (art.27) e di studente genitore (art.23 comma 9), per i quali sono previste agevolazioni nel percorso di studi (link).

 

Le attività didattiche, definite ogni anno dalla Programmazione didattica del CdL, sono articolate secondo un Calendario didattico, si svolgono indicativamente da metà settembre a metà dicembre e da metà febbraio a fine maggio, e sono organizzate in dettagliati Orari delle lezioni.

I Docenti del Corso di Laurea ricevono gli studenti su appuntamento da concordare con e-mail (indirizzo mail docenti MV).

Per ogni Corso è disponibile il relativo Programma, con le indicazioni della modalità di svolgimento del corso e dell’esame.

Per ogni Corso, sulla Piattaforma di Elearning è disponibile il materiale di studio.

All’inizio di ogni anno accademico, il Consiglio di Corso di Laurea, nel rispetto del Regolamento Didattico di Ateneo, definisce il Calendario degli Esami di profitto.

L’iscrizione agli esami avviene tramite il Portale di Ateneo per le iscrizioni agli esami, dove sono indicate le sessioni e le date degli appelli di esame.

 

LAUREARSI

Per essere ammesso all’esame di Laurea, lo studente del Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria deve avere acquisito i CFU relativi a tutte le attività formative previste nel Piano di Studi.
Lo Studente deve rispettare quanto descritto dal Regolamento di Tesi in materia di preparazione e discussione della Tesi di Laurea e  deve presentare domanda di Tesi non prima di aver acquisito 180 CFU, almeno 8 mesi prima dell’appello di Laurea, seguendo le scadenze previste dal Regolamento.  

Per ogni appello di laurea viene pubblicato l’elenco dei candidati e le commissioni di tesi. Almeno 15 giorni prima della data fissata per l’appello di Laurea lo Studente dovrà consegnare all’Unità Didattica del Dipartimento di Scienze Veterinarie un’autocertificazione (firmata dal Candidato, dai Relatori e dal Controrelatore) in cui si dichiara che il titolo della Tesi è conforme all’argomento di Tesi approvato dal Consiglio di Corso di Laurea.

 

POST LAUREA

I laureati in Medicina Veterinaria, per esercitare la professione, devono sostenere l’Esame di Stato per l’abilitazione, seguendo le informazioni per i candidati : le prove di esame si svolgono nei mesi di giugno (sessione estiva) e novembre (sessione autunnale), davanti ad una Commissione nominata dal MUR (dal Rettore in fase pandemica), secondo un calendario predisposto dal Dipartimento Scienze Veterinarie.

Comunicazioni sull’Esame di Stato

Risultati della sessione di giugno 2021

 

I neolaureati possono svolgere un Tirocinio non curriculare (in Italia o all’estero) finalizzato alla conoscenza diretta del mondo del lavoro e gestito a livello di Ateneo, che offre loro ulteriori Servizi di supporto.

I neolaureati possono accedere al programma Erasmus post laurea.

I laureati in Medicina Veterinaria possono accedere a Scuole di Specializzazione per l’acquisizione di conoscenze e abilità specifiche per funzioni richieste nell’esercizio di particolari attività professionali.

Nel Dipartimento di Scienze Veterinarie sono attive alcune Scuole di Specializzazione e un Corso di Dottorato di Ricerca

L’offerta formativa post-laurea del Dipartimento di Scienze Veterinarie è completata dai Master.

 

AVVICINARSI AL MONDO DEL LAVORO

Lo studente entra in contatto con varie realtà lavorative durante lo svolgimento del Tirocinio Pratico che gli permette di acquisire specifiche professionalità medico-veterinarie.  Il Tirocinio consiste nella partecipazione ad attività pratiche da svolgere presso strutture interne all’Ateneo o presso strutture pubbliche o private convenzionate con il Dipartimento di Scienze Veterinarie.
Inoltre, gli studenti hanno accesso libero a seminari organizzati da alcune delle principali associazioni di settore (FNOVI, ASPA) con cui il Dipartimento ha preso accordi: la Presidenza del CdS periodicamente informa gli studenti di tali eventi, fornendo date e programmi. Partecipando a tali attività seminariali, gli studenti possono entrare in contatto con la realtà professionale e iniziano a comprendere l’importanza dell’aggiornamento continuo.

 

ORIENTAMENTO AL MONDO DEL LAVORO

Ai fini dell’orientamento al mondo del lavoro ogni anno il Corso di Laurea organizza una  Giornata di Orientamento per gli studenti del quarto e quinto anno.

A livello di Dipartimento l’orientamento in uscita è gestito dal Gruppo di lavoro del Job Placement.

A livello di Ateneo è presente inoltre un’attività di orientamento in uscita e supporto all’entrata nel mondo del lavoro (Career Service).

Sbocchi professionali
Il Medico Veterinario può svolgere la sua attività lavorativa previa abilitazione professionale all’esercizio della professione, con specifici sbocchi professionali.
Per accedere alle attività lavorative nell’ambito della maggior parte degli enti pubblici è necessario uno specifico percorso formativo post-laurea.
La Laurea Magistrale in Medicina Veterinarie dà inoltre accesso agli studi di terzo ciclo come il Dottorato di Ricerca e le Scuole di Specializzazione e ai Master di secondo livello.

 

ORGANI – CdS

Il Presidente del Consiglio di Corso di Laurea viene eletto dai membri del Consiglio e rimane in carica tre anni, durante i quali sovrintende alle attività del Corso di Laurea. Il Consiglio di Corso di Laurea, composto dai Docenti responsabili delle attività formative del CdL e dai rappresentanti degli studenti, garantisce il corretto svolgimento delle attività didattiche, esercitando le competenze previste dallo Statuto e dai Regolamenti dell’Ateneo di Pisa.

La Commissione Paritetica di Corso di Laurea, composta da un ugual numero di docenti e di rappresentanti degli studenti e presieduta dal Presidente di CdL, rappresenta un osservatorio permanente delle attività didattiche, fornendo indicazioni o proposte al Consiglio di Corso di Laurea.

Il Gruppo di Riesame, nominato dal Presidente di CdL e composto dal Presidente e  da docenti del CdL, da un rappresentante degli studenti, dal Responsabile dell’Unità didattica del Dipartimento di Scienze Veterinarie e da almeno un rappresentante del mondo del lavoro,  ha il compito di svolgere un processo periodico e programmato di monitoraggio e revisione delle attività didattiche del Corso di Laurea.

La Commissione di Tirocinio, composta da docenti del Corso di Laurea, ha il compito di gestire le attività connesse con il tirocinio.

Coordinatori di anno sono nominati dal Presidente del Corso di Studi tra i docenti coinvolti nella didattica di ciascun anno di corso, e hanno il compito di collaborare alla gestione e all’organizzazione dell’attività didattica all’interno di ciascun anno di corso.

Il Comitato di indirizzo, composto da docenti e studenti del CdL e da professionisti del mondo del lavoro, ha il compito di esaminare il percorso formativo del CdL e fornire consigli e proposte per un miglioramento continuo del percorso didattico offerto agli studenti, tenendo in considerazione le esigenze del mercato del lavoro.

 

SISTEMA ASSICURAZIONE QUALITA’ – CdS

Il Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria, in linea con le azioni che l’Ateneo svolge per garantire la qualità della didattica e delle strutture, si impegna al miglioramento continuo attraverso il confronto con gli studenti e con i rappresentanti del mondo del lavoro (Comitato di indirizzo, Ordine dei Medici Veterinari di Pisa, Federazione Nazionale Ordine Veterinari Italiani – FNOVI, Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani – ANMVI.

Il sistema di Assicurazione Qualità lavora alla valutazione, implementazione e revisione del curriculum del CdS mediante azioni a cadenza annuale e periodica (link)

I risultati del lavoro svolto dal sistema di Assicurazione Qualità nella valutazione, implementazione e revisione del curriculum del CdS sono resi noti durante le sedute del Consiglio di CdS e le figure presenti in qualità di rappresentanti sono tenute a divulgarne gli esiti alle loro categorie (p.e. studenti, personale tecnico…). Inoltre, ogni anno tutte le informazioni riguardanti il CdS, incluse le modifiche apportate al curriculum, sono diffuse attraverso la divulgazione della Scheda Sua CdS che viene pubblicata sul portale pubblico Universitaly, dedicato all’informazione delle parti interessate, inclusi gli studenti e le loro famiglie (https://www.universitaly.it/index.php/scheda/sua/49988#3).

EAEVEEuropean Association of Establishments for Veterinary Education – è un’associazione che raggruppa le strutture Europee (e non solo) deputate all’insegnamento della Medicina Veterinaria con l’obiettivo di valutare, promuovere e ulteriormente migliorare gli standard di qualità delle strutture e dell’insegnamento della Medicina Veterinaria.

A tal fine, in collaborazione con la FVE (Federation of Veterinarians of Europe) l’EAEVE ha approvato il MANUAL OF STANDARD OPERATING PROCEDURES (SOP) che contiene una serie di principi e parametri di valutazione sulle basi dei quali i Corsi di Laurea in Medicina Veterinaria sono periodicamente esaminati e valutati.

Il Dipartimento di Scienze Veterinarie con il suo Corso di Laurea Magistrale in Medicina Veterinaria è stato approvato dall’European Association of Establishments for Veterinary Education (EAEVE) nel 2012. Tale approvazione, la cui validità terminerà a maggio 2022 (durata 10 anni), si presenta come una garanzia non solo per gli studenti ma anche per l’intera società, dal momento che tale riconoscimento conferma la qualità degli standard educativi e, quindi, la preparazione dei medici veterinari neolaureati.

Il Dipartimento di Scienze Veterinarie ha formalizzato la costituzione di una Commissione EAEVE, con lo scopo di monitorare il Corso di Laurea in Medicina Veterinaria e di proporre miglioramenti delle prestazioni dei processi e della conformità del percorso formativo rispetto a principi e parametri di valutazione stabiliti dall’EAEVE. Le informazioni sono reperibili al seguente link: https://eaeve.vet.unipi.it/.