Orientamento in Ingresso

  • OPEN DAYS

Il Dipartimento di Scienze Veterinarie organizza due giornate di Open Days in modalità da remoto. Il 16 aprile 2021 (14.30-15.30) per presentare i corsi di laurea, il 7 maggio 2021 (14.30-15.30) per illustrare le strutture e le attività svolte nel dipartimento. Per prenotarsi agli eventi collegati al seguente linkhttps://prenotazione-eventi.unipi.it/

OFFERTA DIDATTICA UNIVERSITA’ di PISA

Presentazione Corso di Laurea Magistrale a ciclo unico “Medicina Veterinaria
Presentazione Corso di Laurea Triennale in “Presentazione Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali  Triennale
Presentazione Corso di Laurea Magistrale  “Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali Magistrale
Presentazione Corso di Laurea Triennale  “Tecniche di Allevamento Animale ed Educazione Cinofila (TAAEC)”

Presentazioni Corsi Insegnamento del Dipartimento


 

Il Dipartimento di Scienze Veterinarie organizza le seguenti attività:

partecipazione alle iniziative di orientamento dell’Ateneo di Pisa

partecipazione agli incontri on-line dell’Università di Pisa

-colloqui personali di orientamento (su appuntamento) CdS in MV  – CdS in STPA (tr. e mag.)  – CdS in TAAEC

 

Orientamento per i futuri studenti in Medicina Veterinaria

Nel Dipartimento di Scienze Veterinarie è attivo il progetto POT-SSVET destinato agli studenti delle scuole superiori che hanno intenzione di iscriversi al Corso di Studi in Medicina Veterinaria. Lo scopo del servizio è quello di implementare le attività di orientamento sia a fini conoscitivi riguardo il Corso sia per il supporto a coloro che devono presentare le domande per i bandi del concorso di ammissione e per rispondere a quesiti specifici sul test di ingresso per il CdS in Medicina Veterinaria.

Per domande/richieste specifiche è possibile rivolgersi all’indirizzo email: potmv.orientamento@vet.unipi.it 

Utilizzando questo indirizzo sarà possibile organizzare anche dei colloqui da remoto su piattaforma Microsoft Teams. I futuri studenti avranno la possibilità di interagire direttamente con studenti universitari e, quando necessario, con il Presidente del Corso di Studio e/o con i docenti che compongono l’Organo di Tutorato, Orientamento in ingresso e tutorato alla pari del Dipartimento.

 


CARATTERISTICHE E PECULIARITA’ DEI CORSI DI STUDIO DEL DIPARTIMENTO

Insegnamenti e tematiche 

Medicina Veterinaria

L’obiettivo principale del CdS è quello di formare professionisti in grado di: – accertare e tutelare lo stato di salute e il benessere degli animali da compagnia e da reddito; – prevenire e curare le malattie infettive e parassitarie degli animali; – risolvere evenienze di tipo clinico, di natura medica, chirurgica ed ostetrica negli animali; – gestire gli schemi di selezione genetica e gli aspetti riguardanti la tecnologia di allevamento, l’alimentazione e la riproduzione; – ispezionare e controllare la sanità degli animali, con particolare riferimento alle zoonosi, vigilare sulla produzione e commercializzazione delle derrate alimentari di origine animale, svolgere funzioni direzionali e gestionali nelle strutture sanitarie pubbliche e private.
Il percorso formativo, che prevede la frequenza obbligatoria, si articola in 5 anni e comprende tre fasi: una prima fase caratterizzata dall’acquisizione delle conoscenze delle scienze di base (biochimica, fisica, botanica, zoologia, anatomia e fisiologia), seguita da una seconda fase di materie caratterizzanti (discipline della genetica, zootecnia e nutrizione animale, discipline delle malattie infettive e infestive, discipline anatomo-patologiche e ispettive-veterinarie, discipline cliniche, chirurgiche e ginecologiche veterinarie), da materie affini di tipo agronomico ed economico gestionali, e da un’ultima fase di tirocinio (30 CFU), finalizzata all’acquisizione di un’adeguata preparazione pratica nelle materie professionali, legata alla preparazione dell’esame di abilitazione alla professione di Veterinario, che riguarderà le materie cliniche, le materie zootecniche, le malattie infettive, l’anatomia patologica e l’ispezione degli alimenti.

STPA triennale e magistrale

Gli insegnamenti del Corso di Studi triennale in STPA sono in continuità con quelli dell’omonimo percorso magistrale, che ne rappresenta il completamento. La formazione triennale assicura le conoscenze di base e professionalizzanti di tipo tecnico e socio-economico per la comprensione e gestione degli aspetti della produzione, trasformazione e commercializzazione dei prodotti di origini animale in connessione con la corretta valorizzazione delle risorse naturali e le domande di una società in evoluzione continua, della progettazione legata anche alla valorizzazione delle politiche agricole e per lo sviluppo delle aree rurali. La laurea magistrale, oltre ad approfondire le conoscenze scientifiche dei diversi campi della qualità e della sicurezza dei processi di produzione in campo e zootecnica, nonché della trasformazione degli alimenti e dei prodotti derivati, analizza i sistemi di certificazione e gli elementi necessari per l’accesso alla professione. L’offerta della magistrale si orienta verso due percorsi di studio: un primo incentrato sulla sostenibilità lungo tutta la filiera delle produzioni animali (imprese responsabili, gestione di aziende zootecniche sostenibili, gestione ambientale, riutilizzo dei sottoprodotti e di fonti alimentari alternative, progettazione dei sistemi produttivi innovativi) e sulla gestione di aziende agricole finalizzate non solo alla produzione di beni alimentari ma anche di servizi utili alla collettività (multifunzionalità) e alla fruibilità del territorio rurale.

TAAEC

Il TAAEC ha la finalità di preparare i laureati all’attività di allevatore ed educatore cinofilo, unico Corso di Studi in Italia con questa peculiarità. Gli studenti si formano alla comprensione e alla migliore gestione della relazione uomo-animale e alla progettazione e sviluppo di servizi e pratiche innovative, anche in connessione con le politiche di supporto disponibili a livello nazionale e comunitario in questo specifico ambito e in risposta alla crescente domanda e attenzione espressa dalla società in questo momento.

La formazione erogata agli studenti permette anche di operare, una volta laureati, come tecnici a supporto del medico veterinario nelle attività ambulatoriali e come gestori di canili pubblici e privati. Il superamento dell’esame di stato per agrotecnico consente l’accesso alla libera professione.


Punti di forza

Medicina Veterinaria

I neolaureati esprimono un elevato grado di soddisfazione riguardo all’efficacia complessiva del CdS di Medicina Veterinaria dell’Università di Pisa.
Dalle rilevazioni di Almalaurea risulta un buon tasso di occupabilità ad un anno dal conseguimento del titolo. L’occupabilità aumenta fino all’80% a tre anni dalla laurea.

STPA triennale e magistrale

Il percorso triennale e magistrale in STPA nel suo complesso si distingue per il legame con le peculiarità produttive del territorio toscano e per la presenza di un percorso magistrale unico sul territorio nazionale, incentrato sulla multifunzionalità agro-zootecnica, lo sviluppo integrato delle aree rurali e a supporto della crescente domanda di qualità e fruizione di servizi espressa dalla società contemporanea. In questa prospettiva il percorso affianca all’attività produttiva aziendale e allo sviluppo di territorio, attività inerenti i servizi alla persona, l’interazione uomo-animale con le pratiche di agricoltura sociale e di interventi assistiti con animali, l’educazione ambientale e alimentare, la salvaguardia della biodiversità. Ancora, di fronte alla necessità di sviluppare, specie nel campo delle produzioni animali, attitudini e orientamenti produttivi attenti ad aspetti etici, del benessere degli animali allevati, della sostenibilità ambientale e sociale, oltre che economica, il percorso di studio forma professionisti capaci di leggere ed affrontare le sfide della sostenibilità e tradurle operativamente.

TAAEC

Il TAAEC ha la finalità di preparare i laureati all’attività di allevatore ed educatore cinofilo, unico Corso di Studi in Italia con questa peculiarità.
La formazione erogata agli studenti permette di formare professionisti in grado di occuparsi della gestione tecnica, igienica ed economica dell’allevamento degli animali, della selezione e del miglioramento genetico, dell’alimentazione, della legislazione, della sanità e benessere degli animali, delle tecniche laboratoristiche biomediche veterinarie e dell’educazione comportamentale del cane per favorire lo sviluppo di una corretta socializzazione. All’interno del corso di studio, unico in Italia, vengono trasferite competenze per la progettazione urbana dello sviluppo delle relazioni uomo-animale e il disegno di specifiche politiche di promozione e valorizzazione  degli esiti dei possibili aspetti positivi della relazione uomo-animale.


Sbocchi professionali

Medicina Veterinaria

Il Medico veterinario può svolgere la sua attività lavorativa, previa abilitazione nazionale all’esercizio della professione, nell’ambito:

  • di ambulatori, cliniche e ospedali veterinari per la cura degli animali da compagnia e non convenzionali;
  • di allevamenti zootecnici, centri ippici, cliniche e ospedali veterinari per la cura degli animali da reddito e del cavallo;
  • delle aree funzionali veterinarie del Servizio Sanitario Nazionale (Area A: Sanità animale – Area B: Igiene della produzione, trasformazione e trasporto degli alimenti di origine animale – Area C: Igiene degli allevamenti e delle produzioni zootecniche);
  • di enti pubblici nazionali come strutture universitarie, CNR, Istituti zooprofilattici, Istituto Superiore di Sanità, Ministeri, Regione, Forze armate, enti dell’Unione Europea e di Cooperazione internazionale.
  • dell’industria dei settori zootecnico, farmaceutico, mangimistico e di trasformazione degli alimenti di origine animale.

Per accedere alle attività lavorative nell’ambito della maggior parte degli enti pubblici è necessario uno specifico percorso formativo post-laurea.

La laurea magistrale in Medicina Veterinaria dà accesso agli studi di terzo ciclo come il Dottorato di ricerca e le Scuole di Specializzazione e ai master universitari di secondo livello.

STPA triennale e magistrale

Il laureato in STPA esplica attività di tecnico (laureato triennale) e di tecnico specialista (laureato magistrale) nei seguenti ambiti occupazionali:

  • aziende agro-zootecniche, agro-alimentari, agro-faunistiche e di acquacoltura, industrie mangimistiche e laboratori di analisi degli alimenti ad uso zootecnico,
  • aziende che producono e distribuiscono prodotti di origine animale, laboratori di analisi degli alimenti di origine animale,
  • associazioni di categoria, servizi, enti pubblici, regionali, nazionali e comunitari, organizzazioni non governative con funzioni di supporto tecnico, socio-economico e di progettazione nel contesto agro-zootecnico e dello sviluppo rurale,
  • istituti di ricerca pubblici e privati e attività di docenza nella scuola secondaria (laureato magistrale),
  • Il laureato triennale che supera l’esame di stato per agrotecnico o il laureato magistrale che supera l’esame di stato di agronomo può avere accesso alla libera professione e alle attività consulenziali previste per queste figure.

TAAEC

Il laureato potrà svolgere con competenza attività professionali in qualità di tecnico in diversi ambiti, quali:

  • Allevamento degli animali domestici ed in particolare del cane, in riferimento alla gestione tecnica, igienica ed economica, al miglioramento genetico, all’alimentazione, alla legislazione, alla sanità e benessere, all’educazione comportamentale del cane e gestione di un corretto rapporto intra ed interspecifico;
  • Scuole di educazione cinofila in cui potrà svolgere autonomamente attività di educazione comportamentale;
  • Canili, rifugi e associazioni protezionistiche, in qualità di tecnico della gestione igienico sanitaria della struttura e dell’igiene ambientale in collaborazione con il Medico Veterinario;
  • Progetti scolastici educativi per migliorare la relazione con il cane in collaborazione con il personale docente e Medici Veterinari;
  • Collaborazione con i Comuni in materia di tutela del benessere animale, progettazione, pianificazione e gestione delle problematiche di convivenza interspecifica nel contesto urbano.
  • Tecnologie di produzioni di alimenti ad uso zootecnico, nell’industria mangimistica, nei loro aspetti quantitativi, qualitativi ed igienici, con particolare riferimento ai prodotti destinati all’alimentazione del cane.

Rapporti con le imprese e con il territorio (tesi svolte nelle aziende e simili)

Medicina Veterinaria

Il CdS è presente nel territorio utilizzando le strutture di propria peculiarità come protagonista in momenti di divulgazione scientifica, che vede il Museo Anatomico del Dipartimento come spazio espositivo e di formazione culturale nei confronti della cittadinanza e delle classi studentesche e l’Ospedale didattico veterinario come strumento a disposizione dei cittadini nella risoluzione di problemi di salute della popolazione animale detenuta a vario scopo nel territorio.

Inoltre, i rapporti con il territorio si concretizzano nel legame con strutture cliniche/agro-zootecniche private e studi professionali, fornendo consulenza e, mediante convenzioni specifiche, consolidando la preparazione dei futuri medici veterinari.

STPA triennale e magistrale

I due CdS hanno in essere rapporti con aziende agro-zootecniche, alimentari, faunistiche, associazioni di categoria, laboratori, studi professionali, prevalentemente del territorio, per l’esecuzione di tirocini e tesi.

Rapporti con il mondo del lavoro vengono intrattenuti tramite le attività pratiche (lezioni fuori sede), previste nell’ambito di insegnamenti, e tramite i seminari professionalizzanti per gli studenti, a cui partecipano diverse figure professionali appartenenti a differenti ambiti produttivi ed anche laureati in STPA già impiegati in ambito professionale.
Sono inoltre organizzati annualmente incontri degli studenti con l’Ordine degli Agronomi e il Collegio degli Agrotecnici.

TAAEC

I rapporti con il territorio si concretizzano nel legame con strutture private e studi professionali, fornendo consulenza e, mediante convenzioni specifiche, consolidando la preparazione dei futuri laureati in discipline attinenti la cinofilia.

Anche il TAAEC condivide le opportunità di presenza sul territorio offerte dal Museo Anatomico veterinario, del quale gli studenti possono usufruire per approfondire le conoscenze morfologiche e comportamentali delle varie specie canine.


Rapporti internazionali (accordi e collaborazioni in ambito didattico, titoli congiunti e simili)

Il Dipartimento di Scienze Veterinarie offre quattro tipologie di rapporti.

-Programmi Erasmus: abbiamo 28 accordi con altrettanti sedi universitarie, con questa distribuzione:

64,3% nell’area del Mediterraneo

28,6% nell’Est Europa

7,1% nel Nord Europa

-Summer School.

Il dipartimento ha attivato due iniziative:

  1. Food and Innovation in Rural Transition: the Tuscany case
  2. Insects as Feed and Food (dal 2021)

-Titolo congiunto. Il Corso di Studi magistrale in STPA dal 2010 ha attivato il doppio titolo con l’International Master on Rural Development coordinato dall’Università di Gent (Consorzio IMRD)

-Accordi quadro, in cui sono previste attività di mobilità e di ricerca:

Agreement of Cooperation between the University of Pisa and the Amol University of Special Modern Technologies

Agreement of Cooperation between the University of Pisa and the Vyatka State Agricultural Academy


ATTIVITA’ DI ORIENTAMENTO PRE-COVID

AVVISO: le attività di alternanza scuola-lavoro sono sospese fino a data da destinarsi a causa dell’emergenza sanitaria in corso dovuta al COVID-19

1) STAGE DI ORIENTAMENTO Prevede l’accoglienza di 4 ragazzi per gruppo, nei periodi ottobre-dicembre e febbraio-maggio. Sono previste 8 ore per gruppo, che verranno suddivise in due mattine: la prima nella sede di Pisa, V.le delle Piagge e la seconda nella sede a San Piero a Grado, nelle ore 9-13. Durante queste due giornate i ragazzi potranno:

  • a) avere un colloquio di orientamento con un docente del Dipartimento
  • b) partecipare alle attività svolte presso i laboratori/le strutture della sede di Pisa (anatomia, fisiologia/etologia, microbiologia e chimica degli alimenti/malattie infettive degli animali).
  • c) visitare e partecipare alle attività cliniche della sede di San Piero a Grado, dove è sito l’Ospedale Didattico Veterinario, che accoglie gli ambulatori, sale operatorie ed il reparto di Terapia Intensiva. Inoltre presso l’Ospedale viene effettuata anche la didattica dei grossi animali, cioè cavalli e asini.

ATTENZIONE – La sede di San Piero a Grado è raggiungibile con autobus della linea extraurbana, o con mezzi propri

2) ATTIVITA’ NELL’OSPEDALE DIDATTICO Lo studente svolgerà il proprio percorso formativo presso l’Ospedale Didattico Veterinario (ODV) dell’Università di Pisa compartecipando alle attività che si svolgono nel reparto dei Pronto Soccorso e Terapia Intensiva dei piccoli animali (cani e gatti), sia cliniche che di gestione, pulizia e organizzazione, collaborando con gli studenti del corso di laurea durante tutte le loro attività. Tali attività possono essere allargate anche alle scuderie (cavalli e asini).

Obiettivi: Inserirsi in un nuovo ambiente di lavoro con attività di tipo infermieristico; interagire con il personale del ODV e con gli studenti universitari; apprendere il metodo corretto di avvicinamento e gestione di animali.

Numero studenti ospitabili: 2/3 in contemporanea durante tutto l’anno ad eccezione di agosto e periodi festivi.

Il numero di ore varia da un minimo di 25 a un massimo di 75. Tali ore possono essere svolte con una frequenza quotidiana o bi/trisettimanale, anche pomeridiana, compatibilmente con le attività dell’Ospedale Didattico e previo accordo con i docenti responsabili. L’opzione bi-trisettimanale è da considerarsi solo durante l’anno scolastico, al fine di permette allo studente la frequenza dell’ospedale didattico senza ostacolare l’attività scolastica.

Per poter accedere a queste attività bisogna:

1. che la scuola sia convenzionata con l’Ateneo di Pisa. se la scuola non lo fosse, può farlo accedendo al sito https://www.unipi.it/index.php/alternanza-scuola-lavoro/

La richiesta deve pervenire attraverso i responsabili dell’Orientamento delle Scuole Superiori richiedenti

2. contattare il referente per l’orientamento per trovare date giuste

Contattare il docente referente dell’orientamento: Prof.ssa Simonetta Citi tel: 050 2210134

Le scuole che desiderano chiedere iniziative diverse sono pregate di mettersi direttamente in contatto con il docente referente o il coordinatore didattico.


REFERENTI ORIENTAMENTO

Docente Referente di Dipartimento: prof.ssa Simonetta Citi  Prof.ssa Simonetta Citi (tel.0502210134)

Responsabile dell’Unità Didattica: dott. Stefano Degl’Innocenti Detto Lucchesi  stefano.deglinnocenti@unipi.it (tel.0502216708)

Presidente Corso di Laurea in Medicina Veterinaria: presidenzamv@vet.unipi.it

Presidente Corso di Laurea in Scienze e Tecnologie delle Produzioni Animali: presidenzastpa@vet.unipi.it

Presidente Corso di Laurea in Tecniche di Allevamento Animale ed Educazione Cinofila: presidenzataaec@vet.unipi.it