Fisiologia Veterinaria

VET/02 - FISIOLOGIA VETERINARIA  (EX: V30B - FISIOLOGIA DEGLI ANIMALI DOMESTICI)
Il settore raggruppa le discipline e le tematiche di ricerca rivolte allo studio delle funzioni dei diversi tipi cellulari degli organi ed apparati degli animali di interesse veterinario nonché all'analisi dei meccanismi integrati che ne controllano l'attività, approfondendo la regolazione di sistemi cellulari complessi ai diversi livelli ed identificando potenziali applicazioni biotecnologiche. Analizza, anche attraverso modelli di studio in vitro, le funzioni vegetative e i meccanismi neuroendocrini che, regolandone le interazioni, concorrono al mantenimento dell'omeostasi corporea sia in ambienti naturali che modificati dalle condizioni di allevamento. Dall'insieme delle reazioni organiche e comportamentali e dall'analisi dell'efficienza funzionale dei diversi apparati, desume lo stato di benessere dell'animale, definendo la gamma delle situazioni di impiego dell'animale entro cui tale condizione viene conservata.
DOCENTI
Professore di I Fascia Prof. Sighieri Claudio  
     
Ricercatori

 

Dott. Baragli Paolo

 

 

Dott. Gazzano Angelo

 

 

Dott.ssa Mariti Chiara

 

 

 



Prof. Sighieri Claudio
 
Linee di Ricerca

Current position: Full Professor of Veterinary Physiology, Department of Veterinary Sciences, University of Pisa. Born in Pisa , 1949/ High School, Scientific Lyceum, Pisa 1968/ Degree in Chemistry: Pisa 1975/ Military Service : 1976-1977/ Degree in Science of Animal Production (cum laude): Pisa 1987/Research Grant by CNR (Italian National Council of Researches)1978-1981/ University Researcher, Faculty of Veterinary Medicine, University of Pisa : 1981- 1991/Associate Professor of "Veterinary Physiology", Faculty of Veterinary Medicine, University of Pisa: 1991-1999/Full Professor of "Veterinary Physiology", Faculty of Veterinary Medicine, University of Pisa: 2000-present/ Professor of "Veterinary Ethology and Animal Welfare" on annual contract, Faculty of Veterinary Medicine, University of Pisa: 1996-present/Tutor of Postgraduate PhD by Research "Equine Physiology" (Universities of Messina & Pisa): 1992 - present/ Tutor of Postgraduate PhD by Research " Veterinary Medicine" , University of Pisa : 2000 - present/Head of the Specialization Course "Applied Behavioural Sciences", 2002-2003. Dept. of Anatomy, Biochemistry and Veterinary Physiology, University of Pisa/Head of University Master "Behaviour Medicine of Pets" , Dept. of Anatomy, Biochemistry and Veterinary Physiology, University of Pisa, 2003- 2009 /Professor for the University Master "Ethology of Pets" , Dept. of Anatomy, Biochemistry and Veterinary Physiology, University of Pisa, 2006- present / Elected member of the scientific committee for agricultural and veterinary sciences , University of Pisa: 1994-1997; 1997-2000; re-elected and President of the scientific committee 2008-2010. Chief of research units for P.R.I.N. projects in 1999/ 2002/ 2005 and for research projects of the University of Pisa since 1983. Member of the Research center on aging ( University of Pisa) and of the Research center for agriculture and environment “E. Avanzi”(University of Pisa). Research Fields: physiology of sport horses, exercise and physiological stress in horses, seminal characteristic in horses and other animal species, veterinary endocrinology, cellular antioxidant systems, ethology and welfare of domestic animals, anthrozoology/ Society affiliations: Italian Society of Veterinary Sciences (S.I.S.Vet.), Italian Society of Veterinary Physiology (So.Fi.Vet.).

Mariti C, Gazzano A, Moore J L, Baragli P, Chelli L, Sighieri C (2012). Perception of dogs' stress by their owners. JOURNAL OF VETERINARY BEHAVIOR, vol. 7, p. 213-219, ISSN: 1558-7878, doi: 10.1016/j.jveb.2011.09.004

Baragli P, Sgorbini M, Casini L, Ducci M, Sighieri C (2011). Early Evidence of the Anticipatory Response of Plasma Catecholamine in Equine Exercise. JOURNAL OF EQUINE VETERINARY SCIENCE, vol. 31, p. 85-88, ISSN: 0737-0806, doi: 10.1016/j.jevs.2010.12.005

Baragli P, Mariti C, Petri L, De Giorgio F, Sighieri C (2011). Does attention make the difference? Horses' response to human stimulus after 2 different training strategies. JOURNAL OF VETERINARY BEHAVIOR, vol. 6, p. 31-38, ISSN: 1558-7878, doi: 10.1016/j.jveb.2010.08.020

 


Dott. Paolo Baragli
 
Linee di Ricerca

Paolo Baragli si è laureato in Medicina Veterinaria presso l'Università di Pisa (Italia) nel 1994 ed ha conseguito il titolo di Dottore di Ricerca in Fisiologia Equina (1998). Dal 2010 è ricercatore presso il Dipartimento di Scienze Veterinarie (Università di Pisa, Italia). L'attività di ricerca è stata incentrata sulla comprensione dei meccanismi neuro-endocrini che regolano la risposta fisiologica all’esercizio, attraverso lo sviluppo di un modello animale per lo studio delle variazioni indotte sulla cinetica delle catecolamine plasmatiche, durante esercizio al treadmill del cavallo. Inoltre, le ricerche negli ultimi anni si sono anche concentrate sullo studio e la comprensione di possibili modi cognitivi di interazione tra essere umano e cavallo. Sottolineando, in particolare, la necessità di una migliore conoscenza del comportamento del cavallo per poter orientare meglio il rapporto con questo animale, soprattutto per quanto riguarda l'applicazione della Teoria dell'Apprendimento nell’addestramento. L’attività di ricerca è mirata alle potenziali applicazioni dei risultati alla gestione pratica del cavallo, in modo da migliorarne le capacità atletiche e incrementare il benessere psico-fisico del cavallo. Paolo Baragli è membro della Società Internazionale per la Scienza Equitazione ed è autore di numerose relazioni presentate a convegni e pubblicazioni su riviste internazionali.

Dr. Paolo Baragli degree in Veterinary Medicine with a PhD in Equine Physiology. He is lecturer and researcher at Department of Veterinary Sciences (University of Pisa, Italy). He has studied the ethology and physiology of the horse for many years, with particular emphasis on understanding neuro-endocrine and behavioural mechanisms in response to exercise-induced stress as well as the human-horse relationship. Regarding this relationship, Dr. Baragli’s research has focused on studying and understanding possible cognitive ways of interaction between humans and horses. In particular, it underlines the need for improved knowledge of horse behavior to better guide humans in the relations with these animals, mainly regarding the application of Learning Theory in the horse training. He is member of the International Society for Equitation Science and is author of many reports presented at conferences as well as publications in international journals.

Paolo Baragli, Valentina Vitale, Lola Banti, Claudio Sighieri (2014) Effect of aging on behavioural and physiological responses to a stressful stimulus in horses (Equus caballus). Behaviour, in press.

Valentina Vitale, Rita Balocchi, Maurizio Varanini, Micaela Sgorbini, Alberto Macerata, Claudio Sighieri , Paolo Baragli (2013) The effects of restriction of movement on the reliability of heart rate variability measurements in the horse (Equus caballus). Journal of Veterinary Behavior, 8:400-403.

Paolo Baragli, Valentina Vitale, Micaela Sgorbini, Claudio Sighieri (2012) Influence of sampling time in the assessment of anaerobic threshold in horses. Comparative Exercise Physiology, 8(2):107-122.

Paolo Baragli, Valentina Vitale, Elisa Paoletti, Claudio Sighieri, Adam R. Reddon (2011) Detour behaviour in horses (Equus caballus). Journal of Ethology, 29:227-234.

Alessandro Cozzi, Claudio Sighieri, Angelo Gazzano, Christine J. Nicol, Paolo Baragli Post-conflict friendly reunion in a permanent group of horses (Equus caballus). Behavioural Processes, 85, (2010), 185-190.


 

Dott. Angelo Gazzano
 
Linee di Ricerca

Nato a Imperia il 7 marzo 1962 
Residente a San Giuliano Terme 
Via Silvio Selmi 23a - 56117 - Pisa, Italy  
Sede Lavorativa Dipartimento di Scienze Fisiologiche – Facoltà di Medicina Veterinaria - Viale delle Piagge 2 - 56124 PISA ITALY 

Laureato in Medicina Veterinaria presso l’Università di Pisa nel 1987 con la votazione 108/110, ha frequentato il dottorato di ricerca in “Neurofisiologia degli animali domestici” istituito dall’Università di Bologna, conseguendo il titolo di Dottore di Ricerca nel 1994.
 E' membro dell'European College of Animal Welfare - Behavioural Medicine. 
Dal 1994 è il Medico Veterinario responsabile della tutela del benessere degli animali utilizzati a fini sperimentali per l’Università di Pisa. 
Dal 2002 è ricercatore universitario a tempo indeterminato nel settore disciplinare di “Fisiologia ed Etologia Veterinaria” e presta la propria attività nel Dipartimento di Scienze Fisiologiche dell’Università di Pisa. 
È direttore del master universitario di 2° livello in “Etologia clinica veterinaria” rivolto a laureati in discipline scientifiche che vogliano approfondire i temi relativi al comportamento animale e del master di 1° livello in “Educazione ed istruzione cinofila” 
È stato direttore del master di 1° livello in “ Attività e terapie coadiuvate dall’animale: l’operatore con il cane”.
 È docente incaricato di “Comportamento e benessere animale” e di “Lineamenti di educazione cinofila “ nel corso di laurea in “Tecniche di allevamento animale ed educazione cinofila” e di “Etologia e benessere animale” nel corso di laurea in “Scienze e tecniche delle produzioni animali”. È fondatore di “ETOVET” (www.etovet.it ), gruppo di ricerca in etologia e fisiologia veterinaria del Dipartimento di Scienze Veterinarie dell’Università di Pisa. 
È membro dell’E.S.V.C.E. è presidente di AVEC (Associazione dei Veterinari esperti in comportamento). 
È responsabile clinico del “Laboratorio di Etologia applicata” del Dipartimento di Scienze Veterinarie. Presso questa struttura, istituita nel 2004, si eseguono visite comportamentali per cani, gatti e conigli d’affezione nonché relative terapie e riabilitazioni comportamentali con l’ausilio di medici veterinari comportamentalisti ed educatori cinofili. Il centro ha 350 casi clinici all’attivo. È anche offerto un servizio gratuito di consulenza comportamentale per gli animali degli studenti della Facoltà. 
L’attività di ricerca riguarda il comportamento normale ed anomalo della specie canina, a partire dallo sviluppo comportamentale fino al training. Inoltre grande importanza è stata data al benessere del cane in diverse situazioni (canile, gara etc.), attraverso misurazioni combinate di parametri di tipo fisiologico e comportamentale. 
Durante le ricerche ha collaborato con la Scuola Cani Guida per Ciechi di Firenze (Italy), con il Centro Militare Veterinario di Grosseto (Italy), con la AUSL di Firenze e di Lucca, con il canile sanitario di Lucca e con numerosi allevamenti di diverse razze canine nonché con molti campi di addestramento.
 È stato relatore di numerose tesi di laurea sul comportamento del cane, del gatto e degli animali di interesse zootecnico e sul loro rapporto con l’essere umano. 
È autore di oltre 100 pubblicazioni scientifiche sulla riproduzione e sul comportamento degli animali domestici.

1.       MARITI C., RICCI E., CARLONE B., MOORE J.L., SIGHIERI C, GAZZANO A (2013). Dog attachment to man: a comparison between pet and working dogs. JOURNAL OF VETERINARY BEHAVIOR, vol. 8, p. 135-145, ISSN: 1558-7878

2.       Chiara Mariti, Eva Ricci, Marcella Zilocchi, Angelo Gazzano (2013). Owners as a secure base for their dogs. BEHAVIOUR, vol. 150, p. 1275-1294, ISSN: 1568-539X, doi: 10.1163/1568539X-00003095

3.       Mengoli M., Mariti C., Cozzi A., Cestarollo E., Lafont-Lecuelle C., Pageat P., Gazzano A. (2013). Scratching behaviour and its features: a questionnaire-based study in an Italian sample of domestic cats. JOURNAL OF FELINE MEDICINE AND SURGERY, vol. 15, p. 886-892, ISSN: 1532-2750, doi: 10.1177/1098612X13481468

4.       Mariti C, Gazzano A, Moore J L, Baragli P, Chelli L, Sighieri C (2012). Perception of dogs' stress by their owners. JOURNAL OF VETERINARY BEHAVIOR, vol. 7, p. 213-219, ISSN: 1558-7878, doi: 10.1016/j.jveb.2011.09.004

5.       Mariti C, Ricci E, Mengoli M, Zilocchi M, Sighieri C, Gazzano A (2012). Survey of travel-related problems in dogs. VETERINARY RECORD, vol. 170, ISSN: 0042-4900, doi: 10.1136/vr.100199