Info Generali

Informazioni generali

Lo Specialista in Ispezione degli alimenti di origine animale deve acquisire conoscenze teoriche, scientifiche e professionali nel campo dell’ispezione degli alimenti e del controllo di tutte le fasi delle filiere produttive degli alimenti di origine animale. In particolare deve approfondire gli aspetti riguardanti l’igiene della produzione, della commercializzazio-ne e della somministrazione degli alimenti, la gestione dei piani di autocontrollo, l’epidemiologia delle malattie alimentari, la valutazione, la gestione e la comunicazione del rischio, nonché la tutela del benessere animale.

Obiettivi della scuola

Per la Scuola di Specializzazione in Ispezione degli alimenti di origine animale, articolata in tre anni di corso, gli obiettivi formativi sono i seguenti (All. 1 - Decreto MIUR 21-01-2006):
Obiettivi formativi di base - lo specializzando deve approfondire ed aggiornare le sue conoscenze di anatomia, fisiologia e biochimica nella prospettiva della loro successiva applicazione nel controllo degli alimenti e dei rispettivi processi di pro-duzione;
Obiettivi della formazione generale - lo specializzando deve aver acquisito le conoscenze di sanità animale, tossicologia, epidemiologia, elementi di diritto, di economia, legislazione alimentare, tecnologie di conservazione e trasformazione degli alimenti, anatomia patologica, utili ad una corretta applicazione nella pratica di controllo degli alimenti e dei rispettivi pro-cessi di produzione;

  • Obiettivi formativi della tipologia della Scuola - lo specializzando affronterà gli approfondimenti relativi:
  • alle moderne metodologie per la valutazione delle caratteristiche sanitarie e della qualità degli alimenti di origine anima-le;
  • agli interventi volti alla prevenzione ed alla rimozione delle cause di nocività degli alimenti e dell’insorgenza di malattie alimentari;
  • ai programmi per la realizzazione di strategie intersettoriali utili al perseguimento dell’obiettivo “sicurezza alimentare”;
  • all’elaborazione dei protocolli per la certificazione di qualità nelle filiere alimentari;
  • alla valutazione dell’impatto “ambientale” delle diverse attività produttive;
  • alla valutazione dell’influenza sulla salute umana di nuovi stili e nuove tipologie di consumo;
  • ai piani di intervento per una corretta gestione della ristorazione collettiva;
  • alla valutazione delle caratteristiche dei diversi materiali destinati a venire a contatto degli alimenti;
  • alle problematiche inerenti il trasporto degli alimenti;
  • alle problematiche inerenti lo scambio e l’importazione delle derrate alimentari.

Sono attività professionalizzanti obbligatorie per il raggiungimento delle finalità didattiche della tipologia:

  • aver valutato criticamente i piani di autocontrollo relativi adifferenti realtà produttive (un caseificio,un impianto di tra-sformazionecarni, un impianto di trattamento latte, un impianto di lavorazione deiprodotti della pesca);
  • aver seguito l’attività degli ispettori veterinari in più impianti di macellazione, laboratori di sezionamento, esercizi di pre-parazione e somministrazione di alimenti (per un totale di almeno 10 strutture);
  • aver partecipato all’elaborazione di piani per la formazione del personale coinvolto nella produzione e distribuzione degli alimenti;
  • aver partecipato ad almeno 5 esercitazioni inerenti la gestione di una emergenza sanitaria;
  • aver condotto almeno 20 esercitazioni di laboratorio inerenti: la valutazione organolettica degli alimenti, analisi fisico-chimiche e chimiche, analisi microbiologiche, analisi finalizzate alla ricerca dei residui tossici;
  • aver applicato uno o più modelli statistici per la elaborazione dei risultati delle analisi;
  • avere svolto almeno 10 esercitazioni sulla gestione informatica delle attività produttive;
  • aver svolto almeno 10 esercitazioni sulla raccolta ed elaborazione della documentazione di competenza degli uffici vete-rinari.

Le attività caratterizzanti elettive a scelta dello studente utili all’acquisizione di specifiche ed avanzate conoscenze nell’ambito della tipologia sono principalmente nei seguenti ambiti professionali:

  • legislazione sanitaria relativa alla UE e agli altri Paesi;
  • principi di impiantistica applicata all’industria alimentare;
  • basi teoriche e nozioni applicative della certificazione degli alimenti;
  • strategie di controllo degli animali infestanti nell’industria alimentare;
  • tecniche di comunicazione;
  • gestione informatizzata dei dati.

 

 
Regolamento Didattico Scuola di Ispezione 
(download pdf)