Tesi: Regolamento e Domanda

Allegato alla delibera del Consiglio di CdL in Medicina Veterinaria n 8 del 15/11/2016

REGOLAMENTO TESI: ADEMPIMENTI E VALUTAZIONE DELLA PROVA FINALE

Classe LM-42 delle Lauree Magistrali – ciclo unico D.M. 270/2004

Classe 47/S delle Lauree Specialistiche - D.M. 509/1999

In accordo con il Regolamento Didattico, la Tesi di Laurea viene valutata nell’ambito della prova finale.

La Tesi, costituita da lavoro originale da parte dello Studente, può essere compilativa o sperimentale.

Gli argomenti di Tesi di Laurea possono avere carattere interdisciplinare.

1) FIGURE COINVOLTE

1.1 – Studente. Lo Studente deve rispettare quanto prescritto dal presente Regolamento in materia di preparazione e discussione della Tesi di Laurea. Deve presentare domanda di Tesi di Laurea almeno 8 mesi anno prima dell’appello di Laurea, assolvendo gli obblighi amministrativi, secondo quanto stabilito in materia al punto 2, comma 2.1.

1.2 - Relatore e Correlatore. Il Relatore è una figura individuata dallo Studente all’interno del Corpo Docente dell’Università di Pisa e comunicata al Presidente del Consiglio di Corso di Laurea, indicandone nominativo e qualifica nella domanda di Tesi di Laurea, nella quale è indicato l’argomento su cui verterà il lavoro. Per la preparazione della Tesi di Laurea il Relatore e lo Studente si possono avvalere di un Correlatore, il cui nome deve essere indicato nella domanda di Tesi; il Correlatore può appartenere ad altro Ateneo, anche estero, o essere figura professionale esterna all’Università, in possesso di Laurea anche di altra nazionalità. Nel caso in cui il Correlatore sia figura professionale esterna all’Università, e non abbia mai svolto il ruolo di Correlatore presso il Corso di Laurea in Medicina Veterinaria, alla domanda di Tesi deve essere allegato un curriculum didattico/scientifico del Correlatore indicato.

Compito specifico del Relatore e del Correlatore è di coordinare il lavoro di Tesi: il giorno della prova finale il Relatore e l’eventuale Correlatore espongono il giudizio sull’attività svolta dallo Studente nella preparazione della Tesi (impegno, capacità di lavoro autonomo e capacità critica).

1.3 – Controrelatore. È una figura individuata all’interno del Corpo Docente del Dipartimento di Scienze Veterinarie.

Il Relatore nella domanda di Tesi di Laurea deve indicare il nominativo di 1-2 Controrelatori, che potranno appartenere o meno allo stesso Settore Scientifico Disciplinare (SSD) del Relatore e/o del Correlatore;

Il Controrelatore contribuisce mediante un confronto attivo con lo Studente e con il Relatore e/o Correlatore allo svolgimento e alla preparazione della Tesi di Laurea. Al momento della prova finale, dopo la presentazione del lavoro di Tesi da parte del Candidato, il Controrelatore, durante il lavoro finale della Commissione, esprime il proprio giudizio sull’attività svolta dallo Studente.


2) MODALITÀ OPERATIVE

2.1 - Presentazione domanda di Tesi. La domanda di Tesi di Laurea deve essere presentata almeno 8 mesi prima dell’appello di Laurea, e lo studente deve avere preventivamente acquisito 180 CFU e aver sostenuto gli esami di “Informatica” e “Lingua straniera della Comunità Europea”. Lo Studente deve presentare all’Unità Didattica del Dipartimento di Scienze Veterinarie la domanda di Tesi di Laurea utilizzando la modulistica presente sul sito del Corso di Laurea: nella domanda dovrà essere indicato l’argomento generico di Tesi, il SSD entro il quale questa si svilupperà, il Relatore, l’eventuale Correlatore e questi dovranno indicare 1-2 Controrelatori.

Nell’ambito del Consiglio di Corso di Laurea, congiuntamente all’approvazione dell’argomento della Tesi, del Relatore e dell’eventuale Correlatore, sarà nominato il Controrelatore scelto fra i nominativi suggeriti, o altri proposti e/o identificati dal Consiglio, in rapporto all’argomento specifico della Tesi di Laurea, secondo le norme di attuazione sopraindicate. L’Unità Didattica del Dipartimento di Scienze Veterinarie invierà comunicazione ai Controrelatori nominati.

2.2 - Riunione figure coinvolte. Entro 4 mesi dalla data di domanda di Tesi, il Relatore dovrà convocare lo Studente, l’eventuale Correlatore e il Controrelatore per discutere lo stato di avanzamento del lavoro di Tesi; un mese prima dell’appello di Laurea, dovrà convocare un’ulteriore riunione delle figure coinvolte, per valutare il lavoro di Tesi.

2.3 - Architettura Tesi. La Tesi dovrà contenere, nella prima pagina, il titolo in italiano e in inglese, un riassunto in lingua italiana e in lingua inglese (summary), seguito da n° 5 “parole chiave”, sia in italiano sia in inglese (key-words). È data allo Studente la possibilità di scrivere la Tesi in lingua inglese o altra lingua, purché il Relatore, l’eventuale Correlatore e il Controrelatore esprimano parere favorevole: lo studente dovrà farne richiesta al Consiglio di Corso di Laurea, allegando la dichiarazione dei Relatori e del Controrelatore. La discussione della tesi avverrà in lingua italiana.

2.4 - Tesi elettroniche.La Tesi deve essere presentata esclusivamente in formato elettronico (ETD), secondo le norme stabilite dal Regolamento di Ateneo in materia, e pubblicizzate sul sito http://etd.adm.unipi.it/

2.5 - Vidimazione Tesi. Almeno 15 giorni prima della data fissata per l'appello (15 giorni effettivi, non lavorativi) lo studente deve consegnare alla Segreteria Studenti di Ateneo, insieme al libretto universitario, il frontespizio elettronico della tesi firmato anche dal Relatore.

Quando si richiede al Relatore di firmare il frontespizio elettronico la tesi deve aver già assunto una forma definitiva o, comunque, tale da essere considerata idonea alla discussione in seduta di laurea. È consigliabile, perciò, che lo studente, contestualmente all'acquisizione della firma da parte del Relatore, provveda ad esibire il suo lavoro al Relatore stesso, in modo che quest'ultimo ne verifichi il contenuto.

Almeno 15 giorni prima della data fissata per l’appello di Laurea lo Studente dovrà consegnare all’Unità Didattica del Dipartimento di Scienze Veterinarie un’autocertificazione (firmata dal Candidato, dai Relatori e dal Controrelatore) in cui si dichiara che il titolo della Tesi è conforme all’argomento di Tesi approvato dal Consiglio di Corso di Laurea (modulistica sul sito del CdS).

Due giorni prima della seduta di Laurea, lo studente dovrà consegnare una copia cartacea della Tesi all’Unità Didattica del Dipartimento di Scienze Veterinarie, per gli usi della Biblioteca centrale del Dipartimento.

2.6 - Cambiamento Argomento, Relatore, Correlatore e Controrelatore Tesi. Qualsiasi variazione dell’argomento della Tesi o dei Docenti coinvolti deve essere tempestivamente comunicata al Presidente del Corso di Laurea per l’attivazione delle opportune procedure nell’ambito del Consiglio di Corso di Laurea.

In caso di impossibilità del Relatore o del Correlatore ad essere presenti il giorno della prova finale, questi dovranno comunicarlo tempestivamente al Presidente di Corso di Laurea: non è necessario procedere alla loro sostituzione purché sia presente almeno uno dei Relatori.

In caso di impossibilità del Controrelatore a essere presente il giorno della Tesi, dovrà comunicarlo tempestivamente al Relatore e al Presidente di Corso di Laurea che provvederà, mediante delibera di Consiglio o mediante Provvedimento d’Urgenza, alla sostituzione del Controrelatore con il secondo nominativo eventualmente indicato nella domanda di Tesi o con altra persona indicata dal Relatore e/o eventualmente ritenuta idonea dal Consiglio di Corso di Laurea.

3) MODALITÀ DI SVOLGIMENTO DELLA PROVA FINALE

3.1 - Il Presidente della Commissione della prova finale viene di norma identificato nel Presidente del Corso di Laurea, sostituito eventualmente da altro Docente, nominato dal Direttore, su proposta del Presidente del Corso di Laurea.

3.2 - Nelle singole sessioni di Laurea, può essere identificata la necessità di istituire più Commissioni.

3.3 - Il numero di appelli di Laurea previsti nell’anno solare, secondo il Regolamento Didattico di Ateneo, è identificato nel numero minimo di 6 e nel numero massimo di 9.

3.4 - La presentazione della Tesi deve essere completata entro un tempo massimo di 15 minuti.

3.5 - La discussione, con domande rivolte allo Studente, deve durare al massimo 10 minuti.

3.6 - I tempi concessi per la presentazione e la discussione devono essere uguali per tutti i candidati e per tutte le sedute di Laurea, indipendentemente dal numero dei candidati stessi.

4) FORMULAZIONE DEL VOTO DELLA PROVA FINALE E DEL VOTO DI LAUREA

Il voto di Laurea è costituito dalla somma dei due punteggi che derivano dalle seguenti fasi:

FASE 1. Valutazione della Tesi:

I criteri che i Commissari della seduta di Laurea devono prendere in considerazione per l’attribuzione del punteggio di voto per la prova finale sono:

         a) Giudizi formulati dal Relatore, dall’eventuale Correlatore e dal Controrelatore, sull’attività dello Studente durante la preparazione della Tesi.

         b) Validità scientifica del lavoro.

         c) Capacità espositiva.

         d) Qualità del materiale di supporto all’esposizione.

         e) Capacità di rispettare i tempi di esposizione.

I componenti la Commissione esprimono il loro voto che sarà compreso tra 0 e 12.

Il voto della prova finale è costituito dalla media aritmetica dei voti espressi.

FASE 2. Valutazione della carriera del candidato fino al momento della presentazione della prova finale.

  1. Media dei voti - La Commissione prende atto del punteggio complessivo che lo Studente ha acquisito durante la propria carriera e che risulta dai tabulati forniti dalla Segreteria Studenti. Per gli studenti iscritti nell’a.a. 2013-14 e successivi, il calcolo della media delle votazioni riportate agli esami è ottenuto dalla media dei voti riportati nei singoli esami, ponderata rispetto al peso in CFU degli stessi; per coloro iscritti ad anni accademici precedenti si procederà al calcolo della media sia aritmetica (come previsto dal precedente Regolamento didattico) sia ponderata, e sarà scelta la più favorevole allo Studente.
  2. Carriera - Il Presidente della Commissione della prova finale, prima dell’attribuzione del punteggio di voto di Laurea, presenta alla Commissione la carriera di studi del Candidato, evidenziando particolari condizioni di merito soprattutto in relazione alla durata del percorso universitario.

Il voto finale di Laurea deriva dalla somma dei punteggi della FASE 1 e della FASE 2. Il voto massimo attribuibile è 110/110. In caso di raggiungimento del voto massimo la Commissione, su proposta del Presidente, potrà concedere la lode, esclusivamente all’unanimità.

5) QUESTIONARIO DI FINE CORSO

Ciascun laureando deve compilare un questionario statistico di fine corso elaborato dal Consorzio Interuniversitario “AlmaLaurea” con la finalità di raccogliere le valutazioni e i giudizi riguardanti l’esperienza universitaria, monitorare i percorsi di studio degli studenti e migliorare l’offerta formativa. Tale questionario rappresenta pertanto un elemento utile alla valutazione del percorso di studi, poiché il Comitato Nazionale per la Valutazione del Sistema Universitario e il MIUR richiedono periodicamente all'Ateneo la consegna di documenti contenenti informazioni sulle performance dei laureati.

Al momento della presentazione del frontespizio ETD alla Segreteria Studenti di Ateneo, lo Studente deve consegnare la stampa della ricevuta che attesti l'avvenuta compilazione del questionario AlmaLaurea.

6) ULTERIORI NORME

L’esame della prova finale deve essere preferibilmente svolto nell’Aula Magna del Dipartimento e i Membri della Commissione, qualora non siano forniti di toga dall’Amministrazione Centrale, dovranno presenziare con abiti idonei all’occasione.

Nella compilazione del verbale di Laurea nel campo “Codice Docente” deve essere inserito il codice del Presidente della Commissione della prova finale.

Il Presidente Prof. Giovanna Preziuso

Il presente Regolamento entra in vigore il giorno 16 novembre 2016.


 

Per effettuare la domanda di tesi di laurea lo studente deve utilizzare il modulo allegato:

modulo domanda tesi di laurea.pdf

certificazione conformità titolo.pdf